martedì 9 dicembre 2014

LA CARITAS DI JESI RIPARTE

Marco D'aurizio, Matteo Donati, Cleo Passagrilli, Sofia Rossetti
Se oggi la Caritas diocesana di Jesi può immaginare e realizzare un nuovo corso della sua storia lo deve senza dubbio a chi fino a questo momento ha messo a disposizione il proprio tempo, forza di volontà ed energie, senza risparmiarsi. Il lavoro portato avanti in questi anni da tutti i volontari, guidati dalla tenacia di don Nello, consente alla nuova equipe di costruire qualcosa di nuovo, ma su basi solide. Non finiremo mai di dire grazie per questa coraggiosa testimonianza protratta per quasi vent’anni.
A noi viene affidata la grande responsabilità di costruire il futuro e desideriamo metterci a servizio: abbiamo buone idee e una certa determinazione, ma anche la consapevolezza di dover affidare tutto il nostro operato alla volontà di Dio, sotto la guida paterna del Vescovo Gerardo, perché metterci in cammino da soli non ci condurrebbe da nessuna parte. Per questo abbiamo deciso di rendere pubblico ciò che abbiamo in mente e siamo contenti di condividerlo...


1_Uno dei nostri obiettivi primari è quello di migliorare la sinergia col territorio: sappiamo che la Caritas non è l’unico ente impegnato in ambito sociale, ma non può far mancare il proprio appoggio nella lotta alla povertà e all’esclusione. Vogliamo essere una voce sempre più credibile nel coro della solidarietà e della promozione di temi sensibili. Pur mantenendo la propria identità, la Caritas vuole essere a disposizione dei poveri e del territorio, cercando di aprirsi sempre di più agli altri e di migliorare le collaborazioni con  Associazioni e Istituzioni che si occupano dei servizi verso il prossimo.

2_Desideriamo anche essere un punto di riferimento attendibile per tutte le Caritas Parrocchiali: le visiteremo una ad una per metterci in ascolto, per favorire una maggiore sinergia, per conoscere meglio le tante iniziative che portano avanti, cercando di sostenere ciò che già fanno.

3_Cercheremo di creare occasioni di lavoro: destineremo alcune risorse per attivare vaucher e tirocini formativi ponendo particolare attenzione al mondo giovanile.

4_Stiamo inoltre elaborando due corsi di formazione destinati non solo a persone già impegnate nel volontariato, ma anche a coloro che desiderano conoscere o affacciarsi a questo mondo.

Con l’appoggio di Caritas italiana e di Caritas Marche abbiamo scritto un progetto importante che ci consentirà di accedere ad alcuni finanziamenti messi a disposizione dalla CEI, ma ancor prima ci interessa il fatto che siamo una squadra e abbiamo il grande privilegio di poter condividere un piccolo sogno. Crediamoci insieme!


A cura dell’equipe 
Posta un commento