venerdì 19 febbraio 2016

L'ITALIA NON E' IN CRISI!!!

Io non credo che l'Italia sia in crisi. Sarò nato nel posto sbagliato, ma la mia idea di crisi è qualcosa che ha a che fare con bombardieri che radono al suolo il tuo Paese e reggimenti di SS in ritirata che fanno saltare i ponti e razziano ogni cosa. La mia idea di crisi sono intere famiglie sfollate nei fienili al freddo e mamme che cuociono i topi per sfamare i figli. La mia idea di crisi è il mio vicino Aldmiero Rontini, pace all'anima sua, che torna a casa dopo due anni di campi di lavoro e pesa trentasei chili, e la sua morosa gli chiude la porta in faccia perchè subito non lo riconosce nemmeno.

Questo per me vuol dire essere in crisi...

E l'Italia non è a questo punto. Non più, fortunatamente. L'Italia ha semplicemente scelto di morire grassa. Non c'è la crisi se la maggior parte dei figli ha telefoni da 600 euro. Non c'è la crisi, se la maggior parte delle macchine ne costano più di trentamila. E non c'è la crisi se per anni cerchi un sostituto pizzaiolo tra i giovani senza lavoro e non trovi nessuno, perchè si sentono offesi se gli chiedi di lavorare il sabato e la domenica. Il sabato e la domenica si deve fare festa,e non è dignitoso accettare un mestiere che non ti permette di fare l'aperitivo. Ecco, l'Italia ha scelto di morire grassa mentre è impegnata nell'apertitivo.

Cristiano Cavina, La pizza per autodidatti, Marcos y Marcos, 2014
Posta un commento