lunedì 20 ottobre 2014

MOS MAIORUM


Lunedì 13 ottobre è partita l’operazione ‘Mos Maiorum’: una sorta di super retata europea che prevede la schedatura dei migranti presenti negli stati dell’area Schengen che hanno aderito al progetto. Un’iniziativa che fino al 26 ottobre impegnerà svariati agenti in tutta Europa, sotto il coordinamento dalla Direzione centrale e dalla Polizia delle frontiere del ministero dell’Interno italiano, principale promotore del programma...

...Come spiega il documento adottato dal Consiglio dei ministri dell’Unione europea, al momento presieduto dal governo italiano, il principale obiettivo sarebbe quello di identificare gli immigrati irregolari e annientare eventuali gruppi criminali. Gli stranieri senza permessi saranno successivamente trasferiti nei loro paesi di provenienza, nel caso in cui questi ultimi abbiano firmato la convenzione di riammissione con l’Ue. Altrimenti verranno trattenuti per un periodo variabile a seconda dei paesi, oppure lasciati in libertà con avviso di espulsione. 

Secondo il documento del Consiglio, l’operazione si svolge in stretta collaborazione con Frontex (l’agenzia incaricata del controllo delle frontiere esterne dell’Ue), sebbene questa abbia immediatamente tenuto a precisare di non aver avuto “nessun ruolo nella pianificazione e nell’implementazione dell’operazione“ ma di aver semplicemente collaborato con “statistiche e analisi dei dati riguardanti i flussi migratori alle frontiere esterne dell’Unione Europea”. 
Posta un commento