lunedì 27 gennaio 2014

QUATTRO SENZA TETTO BRUTALMENTE PICCHIATI - si stringe il cerchio sui responsabili

Genova - Notte da dimenticare per alcuni senzatetto dell’Europa dell’Est picchiati intorno alle 3 sotto il porticato di Piazza Piccapietra. Dalle prime informazioni fornite dalle vittime, gli aggressori avrebbero usato alcuni tubi. Ancora da accertare se l’attacco avesse scopo razzista...

I barboni sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale Galliera per traumi e fratture. Le indagini sono coordinate dagli uomini della Questura già al lavoro per risalire agli autori del terribile gesto. A lanciare l'allarme un residente della zona spaventato dalle urla. 

15 febbraio_ Le indagini sull’aggressione a quattro clochard del 25 gennaio scorso a Genova puntano tutto sulle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza di piazza Piccapietra, luogo del brutale pestaggio a colpi di spranga e manganello ai danni dei senzatetto, sorpresi nel sonno mentre erano accampati sotto i portici.
I nuovi fotogrammi shock sono stati diffusi oggi dal quotidiano ligure Il Corriere mercantile.
Agli investigatori della questura le testimonianze raccolte non sono bastate a identificare gli aggressori mentre si sta ancora analizzando il traffico sulle celle telefoniche della zona nella fascia oraria tra le 3.30 e le 4 del mattino del 25 gennaio, cioè quando è avvenuta l’aggressione e nei 30 minuti successivi, a caccia di una comunicazione intercorsa tra i responsabili del gesto.
La scientifica per ora ha in mano i risultati del dna isolato in un passamontagna trovato nei pressi del luogo dell’aggressione. Risultati che saranno utilissimi per tutti gli eventuali confronti del caso, una volta arrestati i presunti colpevoli.
Posta un commento